MAXDILUENTEANTISILICONICO
luce
luce

SMALTI

E SIGILANTI

STUCCHI

LOGOBLUHD

RESINE

confindustria-marmomacchine
ConfindustriaBAQ2018
logo-assonat-verticale
ilpa-logo
ilpa-logo
ConfindustrialogoBATtrasparente
image-476
RATING
image-94

ILPA Adesivi Srl - P.IVA 00465900728​

Via G. Ferorelli 4 – Z.I, 70132 Bari, Italia​


facebook
youtube
instagram
messengerblack
whatsappblack
logosezionechimica

TEL. +39 080 538 3837

FAX. +39 080 537 7807

​​R.E.A. n. 152397

Reg. Imp. Bari n.00465900728

Cap. Soc. € 218.400,00 i.v. 

segreteria@ilpa.it

paypallarge
20191017112257

Privacy e Cookie Policy

207604d8-eef3-4713-9037-460d9ae7da44

Farmed by WEBIDOO

Bari, 17 Ottobre 2019 - Presentato “Un giorno, Un Chimico in azienda” presso la sede di Confindustria Bari-Bat. In occasione dei 150 anni dalla scoperta della tavola periodica, la sezione Chimica celebra l’anniversario scientifico con uno speciale invito alle scuole del territorio Bari-Bat. Cosi nasce il progetto dall’idea del Presidente della sezione Amedeo Borricelli dove spiega <<L’incontro con la scuola rappresenta il momento di confronto e di collaborazione tra azienda e comunità locale stimolando la curiosità dei più giovani costituendo un valore aggiunto nel territorio in cui viviamo.>>

 

                             Ilpa Adesivi, Kimya, Mercks Group, Timac Agro, Farmalabor, Bridgestone, StirCompounds, Archimede sono le aziende che hanno abbracciato l’iniziativa promossa dalla sezione chimica di Confindustra Bari-Bat, con l’obiettivo di diffondere il valore e le informazioni della chimica verde, una chimica moderna ed innovativa, avvicinando i ragazzi ai segreti della scienza attraverso un approccio formativo sul campo. Cosi le aziende del progetto aprono le porte dei propri stabilimenti di produzione alle scuole del territorio, mettendo a disposizione laboratori, materiali didattici e known-how per far conoscere le realtà aziendali del territorio operanti nel campo della chimica verde, una chimica moderna ed innovativa. I focus del progetto destinato al totale di 7 Istituti scolastici e 414 studenti saranno le attività svolte in laboratorio: i ragazzi saranno accompagnati a visionare i laboratori di analisi, di Ricerca&Sviluppo e controllo qualità, dove potranno provare l’emozione di indossare il camice da chimico e partecipare agli esperimenti, nel rispetto della sicurezza e dell’organizzazione interna delle aziende ospitanti. L’intento è quello di far scoprire loro questo mondo, per alcuni versi magico, ricco di processi e di tecnologie in continua evoluzione, capace di generare valore ed innovazione. Gli incontri con le scuole rappresenteranno un’ottima opportunità di confronto e collaborazione con la comunità locale, allo scopo di stimolare la curiosità dei più giovani e aumentare il loro interesse nei confronti della chimica presentando loro la realtà produttiva. <<L’augurio è che questa prima iniziativa serva alla valorizzazione del sapere tecnico-scientifico come patrimonio e grande risorsa per l’ambiente e il territorio in cui viviamo, favorendo nei ragazzi la creazione di uno spirito critico e la scoperta del proprio talento>> aggiunge Sergio D’Angelo, project development. Il progetto si propone come modello di sperimentazione della scuola del futuro, con l’evoluzione della lezione tradizionale, completando la spiegazione in aula del docente con l’applicazione pratica in laboratorio. Lo scopo è rendere il tempo a scuola più funzionale e produttivo, in un processo di insegnamento/apprendimento che porti alla risoluzione di problemi complessi, approfondendo argomenti, collegando temi e analizzando contenuti.  Come strategia al progetto contro la disoccupazione giovanile si aggiunge il Goethe Institut e la rete innovativa StartNet cosi da garantire supporto alla formazione e alla percezione della reale transizione dei giovani dalla scuola al lavoro.

 

Un Chimico in azienda diventa anche un’occasione per supportare ragazzi che hanno fame di cultura e di conoscenza, per questo motivo “I punti Luce” di Save The Children sarà una forza aggiunta al progetto con l’intento di eliminare la povertà economica favorendo la crescita educativa. 

Successo, Innovazione e Crescita gli ingredienti per il prossimo futuro.

20191017105837
  • Una storia di passione, di tradizione e di aggiornamento continuo che nasce nel 1984 quando Renato Borricelli e Franco Cutrignelli decisero di creare un’azienda nel settore chimico industriale: la ILPA ADESIVI srl. E’ proprio da questa importante e significativa collaborazione da cui la ILPA ADESIVI prese vita. Inizialmente la produzione era focalizzata su mastici per marmo ma la continua voglia di innovazione e di crescita spinsero ad implementare la gamma di prodotti con le cere, le resine e i prodotti all’acqua. Il successo riscontrato dal mercato combacia con la voglia irrinunciabile di estensione tecnologica nella produzione con l’inaugurazione di due nuove linee prodotto dedicate alla carrozzeria e alla nautica con stucchi, fondi, trasparenti, lucidanti ecc.. Con questa filosofia si creò una vera e propria identità aziendale in oltre 50 paesi del mondo associata al Made in Italy e alla ricerca del continuo miglioramento del processo produttivo. L’azienda, nel corso dei 35 anni di presenza nel mercato ha continuato ad investire su nuove tecnologie all’avanguardia nell’ambito della chimica aprendo cosi nuove scommesse e nuovi obiettivi da raggiungere. Il primo è stato raggiunto nel 2013 con il lancio di una linea prodotto styrene-free LINEA BLU, una rivoluzionaria linea totalmente esente da STIRENE, con formulati a basso impatto ambientale. E’ il risultato di una sfida che la Ilpa Adesivi si è posta per il raggiungimento di un’eco-efficienza in linea con tutte le Direttive Europee per la tutela dell’ambiente e dei lavoratori. La linea non presenta alcun rischio per la salute aiutando a mantenere l’ambiente di lavoro esente dal rischio chimico. Il prodotto ha ricevuto un premio Internazionale come miglior prodotto eco-friendly sul mercato I-NOVO ECO AWARD. L’azienda ha fatto propria la filosofia di “chimica verde” che mira ad eliminare la produzione e l’uso di sostanze pericolose e ha centrato la propria ricerca sull’eliminazione dello stirene classificato come “composto nocivo, tossico per la vita acquatica, sospetto cancerogeno e causa danni al sistema nervoso centrale per prolungate o ripetute sessioni” dalla International Chemical Safety Cards. Il 2015, per la ILPA ADESIVI è considerato come Data Zero di una nuova realtà, quando viene avviato il progetto di “automazione generale dell’azienda” con un investimento di circa 2 milioni di Euro. L’attenzione alla migliore tecnologia disponibile ed il continuo miglioramento delle prestazioni ambientali sono state ulteriormente finalizzate alla compatibilità ecologica dei processi produttivi e dei prodotti che hanno portato l’azienda alla presentazione di nuove tipologie di prodotti a basso impatto aziendale. Con questa capacità innovativa, l’amministratore delegato A. Borricelli ha fortemente voluto credere nel continuo investimento dedicato alla ricerca di laboratorio rafforzando un know-how rigorosamente Italiano, dando così alla ILPA ADESIVI un appeal Internazionale e altamente professionale. Nel 2019 si amplificano le prospettive di crescita con l’acquisto di tre nuove macchine dedicate allo sviluppo della capacità produttiva. E nello stesso anno l’azienda lancia sul mercato un prodotto innovativo; già presente nella vasta gamma della linea dedicata al car-refinishing, ma totalmente riprogettato con nuove formule e ridisegnato in ogni suo singolo dettaglio, dal design del packaging al labeling. MAX TRASPARENTE HS 5101 è una vernice estremamente brillante che distende omogeneamente donando al supporto una finitura lucidissima. E’ stato ripensato proprio per quella tipologia di clienti che desiderano risultati impeccabili per durata e qualità. Innovazione e Industry 4.0 sono drivers importanti per la crescita aziendale, la chiave per aumentare la produttività e la competitività della qualità Italiana. Come afferma l’Amministratore Delegato Amedeo Borricelli “continueremo con gli investimenti per essere all’altezza della sfida che il mercato impone, è importante prorogare gli interventi selettivi. Mettere l’industria al centro significa investire sulla produttività e sulla competitività, l’Industria 4.0 oggi non è una fiammata, ma una scelta strategica coerente, ciò non significa solo l’acquisto di nuovi macchinari ma cambiare il modo di gestire le procedure, l’azienda e il modo di vedere le cose. Noi lavoriamo e investiamo sulla R&D e quindi nuove formule e questo migliora il nostro prodotto facendoci recuperare quote di mercato. Oggi la tecnologia intelligente rappresenta una leva di cambiamento dirompente con un forte impatto sulla società e un cambiamento notevole nel settore chimico aprendo così nuove porte alle tecnologie della chimica verde”​

Il Nuovo Presidente della sezione chimica di Confindustria Bari-BAT.

 

Amedeo Borricelli, Amministratore delegato della ILPA ADESIVI srl di Bari.

amedeoborricelli

Amedeo Borricelli, Amministratore delegato della ILPA ADESIVI srl, azienda da 35 anni leader nel settore chimico-industriale, è il nuovo Presidente della sezione Chimica di Confindustria Bari-Bat. L’elezione è avvenuta a Febbraio 2019, nel corso dell’Assemblea della Sezione Chimica. È stato inoltre nominato Vice Presidente Sigfrido Cappa (Stir Compounds srl) e Giovanni Vetrugno (Timac srl), cui si aggiungono i consiglieri Raffaele Pannacciulli (Laboratori e studi di progettazione A.R.CHI.MEDE sl), Salvatore Strino (Bridgestone Italia SpA) e Giovanni Summonte (Farmalabor srl). Il neo-presidente rappresenterà l’interesse del settore chimico dal 2019 al 2023.

 

La dichiarazione di intento del Neo-Presidente A. Borricelli per la sua nuova carica:

 

<< La mia prima azione da Presidente sarà quella di incontrare ma soprattutto confrontarmi con le imprese della Sezione per poterne cogliere le esigenze, affrontando i concetti su cui cominciare a lavorare insieme già dalle prossime settimane, rendendo la Sezione più dinamica e informata. Esistono delle eccellenze nel nostro territorio che devono essere tutelate e sostenute; io e i miei colleghi del Direttivo della sezione chimica di Confindustria Bari-Bat vogliamo assumerci questo impegno. Senza dubbio due dei temi principali da sostenere e diffondere sono l’ambiente e la sicurezza sul lavoro, sui quali riuniremo il nostro impegno, con il giusto stimolo e la giusta analisi delle esigenze e delle richieste. Nelle azioni prefissate saranno coinvolte nuove aziende, allo scopo di veder crescere la Sezione, mettendo in campo azioni con il contributo di più soggetti e referenti sul territorio. Si vuole creare una sinergia tra piccole e grandi aziende, con una divulgazione a 360° della chimica verde, con una maggiore consapevolezza della tutela dell’ambiente. La Sezione Chimica diventerà un punto di riferimento per le aziende del territorio. Noi siamo pronti e carichi di un entusiasmo che – mi auguro-  coinvolgerà anche coloro che in questo momento possono sembrare più distanti. >>

Con le nuove nomine nelle diverse sezioni si conclude così il primo processo di rinnovo degli organi di governo Confindustria previsto ogni 4 anni. L’iter si concluderà a Luglio 2019 con l’elezione del nuovo Presidente di Confindustria Bari-Bat, per il quadriennio 2019-2023.